Chi siamo

Nascosta tra le calli di Venezia, ma in pieno centro, la libreria Marco Polo Kids dicono ricordi quella di Notting Hill.
Aperta ad ottobre 2016 come libreria specializzata per bambini e ragazzi, in una delle sedi della storica Libreria Marco Polo, è gestita con passione e creatività e collabora con l'Associazione Tuttestorie per laboratori, letture ad alta voce e corsi a tema.
E' sede di un circolo di lettura ed è partner a Venezia del progetto Booksound di Marcos y Marcos, letteratura rinnovabile.

Associazione Tuttestorie

"Le storie - diceva Lewis Carrol- sono dono d'amore". E come tutti i doni di questo tipo funzionano in due direzioni: arricchiscono chi li fa ma ancora di più chi li riceve.
Tutte storie...
Le storie di tutti...

Partiamo dalla nostra. Tutte donne. Viviamo tutte a Venezia. Anche se non tutte siamo nate qui. Amiamo la letteratura e in particolare la letteratura per l'infanzia. Una letteratura che parla alle donne e agli uomini del futuro. Amiamo l'arte, l'illustrazione e, moltissimo, la poesia.
Abbiamo formazioni e ambiti di interesse ben assortiti, dalla psicologia all'insegnamento, dal teatro alla poesia e una di noi è libraia professionista, fondatrice della Marco Polo libreria di viaggi
Insieme abbiamo creato l'associazione Tuttestorie che avrà sede nella nuova libreria ed offrirà alla città occasioni di incontro, gioco, confronto e riflessione.

Ma perché una nuova libreria per bambini? Perché voler diventare punto di riferimento per la il mondo della narrativa e dell'illustrazione dell'infanzia? Perché questa attenzione alla qualità della scrittura e della grafica? Perché la ricerca dei migliori editori indipendenti? Delle pubblicazioni più belle e significative degli ultimi anni ma anche di tutti i tempi?
Perché i libri, quelli belli, quelli onesti, quelli "veri", sono importanti.
I libri sono chiavi, aprono nuove porte. I libri sono finestre, fanno entrare la luce. I libri sono ponti, ci permettono di arrivare in mondi sconosciuti.
E i bambini, noi lo crediamo, sono nati per leggere.
Perché leggere non è solo leggere.